Home Area Giuridico-Economica Le società di persone

Le società di persone

Le società di persone vengono così definite perché nella loro organizzazione prevale l’elemento personale, infatti, è accentuato il rilievo della persona dei soci e il reciproco rapporto di fiducia tra gli stessi.
La legge riconosce alle società di persone l’autonomia patrimoniale imperfetta : i creditori devono vantare i loro diritti prima sul patrimonio della società e, solo se questo risulta insufficiente, possono agire sui beni personali dei singoli soci.
Esistono tuttavia delle differenze tra le varie tipologie di società di persone. Esse si distinguono in :
Società semplice (s.s)
Societàin nome collettivo (s.n.c)
Societàin accomandita semplice (s.a.s)

Si richiede un capitale minimo per l’avviamento di società di persone? 

Per la costituzione di società di persone non è richiesto un capitale sociale minimo per avviare l’attività.

La costituzione della società di persone avviene per atto pubblico in presenza di un notaio, tranne che per la società semplice (s.s.) per la quale non è necessaria alcuna scrittura se non nel caso in cui i soci conferiscano nella società beni immobili.

Come si prendono le decisioni nelle società di persone? 

Le decisioni dei soci possono essere prese anche informalmente, senza la necessità di convocare un’assemblea dei soci.

Quali sono le caratteristiche principali delle società di persone?

Società in nome collettivo (art. 2991 c.c)
Nella società in nome collettivo tutti i soci rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni sociali
Ricordiamo che, responsabilità illimitata vuol dire che per i debiti d’impresa rispondono anche i soci con i loro beni personali (la casa d’abitazione, i depositi bancari ecc.), responsabilità solidale significa che, dopo l’infruttuosa escussione del patrimonio sociale, ogni socio può essere chiamato al pagamento dei debiti aziendali.
Come si intuisce, partecipando come soci a una società di persone si espone al rischio d’impresa, non solo il capitale conferito, ma pure il patrimonio personale. Per tali ragioni questo tipo di società è in genere formato da persone legate da stretti rapoporti di fiducia e stima, come parenti o amici.

Società in accomandita semplice (art. 2313 c.c)
La società in accomandita semplice permette l’aggregazione di soggetti che intendono assumere funzioni differenti. Vi sono, infatti, due categorie di soci:
– i soci accomandatari, che rispondono in modo solidale e illimitato per i debiti sociali e ai quali compete in via esclusiva l’amministrazione della società;
– i soci accomandanti, che rispondono solo per i capitali conferiti e sono esclusi dalla direzione dell’impresa sociale.
Nella società in accomandita semplice i soci accomandatari rispondono solidalmente e illimitatamente per le obbligazioni sociali, i soci accomandanti rispondono illimitatamente alla quota conferita.
Le quote di partecipazione dei soci non possono essere rappresentate da azioni.

Quali sono gli obblighi di bilancio per le società di persone?

Obbligo di redigere un rendiconto annuale: si tratta di un vero e proprio bilancio che tuttavia non è reso pubblico come invece è richiesto alle società di capitali.

Le società di persone possono scegliere la contabilità semplificata.

La tassazione fa riferimento ai soci, cioè alla parte di reddito prodotto e proporzionale alla quota di capitale che i soci hanno conferito. Per un aggiornamento rispetto alla tassazione per le società di persone ti consigliamo di consultare il nostro approfondimento IRES e IRI: riduzione in vista per il 2017.

Quando conviene usare società di persone per l’avviamento dell’impresa?

Generalmente le società di persone sono preferibili rispetto alle società di capitali nei seguenti casi:

  • per attività che non richiedono grandi investimenti,
  • per attività che comportano rischi limitati,
  • per attività che non creano ingenti utili netti.